Uno studente UniPR al Malta Blockchain Summit



Simone Cuda è il Vincitore del Contest promosso da AIO Blockchain per UNIPR.

L'abbiamo intervistato per capire quali sono le sue impressioni sull'evento N 1 del settore in Europa e in generale cosa ne pensa di questa tecnologia.


Ciao Simone, che facoltà frequenti in UniPR?


Studio Amministrazione e Direzione Aziendale presso l’Università degli studi di Parma. Dopo un percorso triennale in Economia Aziendale presso l’Università degli Studi di Catania, caratterizzato da un’importante base aziendalistica, di diritto e di programmazione e controllo, ho deciso di continuare su quello che, secondo me, è il naturale prosieguo. Ho scelto Parma per l’importanza che da allo studente e per l’ottimo posizionamento nelle classifiche degli atenei nazionali. Caratteristiche di qualità che sono state, peraltro, confermate dalla valutazione dell’Agenzia Nazionale per la Valutazione del sistema Universitario e della Ricerca, ottenuta nel 2019, che colloca UniPR in fascia A (la più alta) tra i grandi atenei italiani.


Economia e informatica sono un binomio imprescindibile secondo te?


Assolutamente sì. L’aumento della complessità delle decisioni è ormai “inesorabile”, anche in economia. L’informatica è fondamentale per il problem solving. Infatti, la pianificazione e il controllo, la gestione del personale, la produzione, l’organizzazione della supply chain, il marketing, la valutazione degli investimenti e in generale la ricerca della decisione più efficiente ad ogni livello comportano l’ausilio di un supporto informatico. Il che non significa sostituire l’uomo con i computer, ma affiancarlo al fine di rendere più efficienti alcune (non tutte) scelte; questo perché il computer esegue operazioni molto più rapidamente dell'uomo e senza commettere errori.


Cos' e' il Fintech secondo la tua visione?


Il fintech è il futuro. La “financial technology”, o tecno finanza, è l’insieme delle innovazioni tecnologiche in ambito finanziario. Benché la maggior parte di noi pensa di non farne parte, in realtà utilizziamo mezzi legati alla fintech ogni giorno, ad esempio quando paghiamo online o accediamo all’app della nostra banca. Si tratta di una disruptive innovation e molti istituti di credito l’hanno accolta per migliorare la propria efficienza e l’esperienza dei propri clienti.


Perché per uno studente può essere strategica la tecnologia Blockchain?


L’introduzione di una nuova tecnologia è accompagnata da sempre da una fase di confusione, di diffidenza e da problemi legati allo sviluppo e all’implementazione della stessa; ma, al tempo stesso, chi ne trae maggiore vantaggio è sempre chi si rende conto per primo delle opportunità derivanti dalla nuova tecnologia, il cd. early adopter. L’implementazione della BC è ancora in fase embrionale, ma la maggior parte delle grandi imprese la sta testando in vari ambiti. Per uno studente la conoscenza della BC potrebbe essere un importante vantaggio competitivo.


Come hai vissuto il Malta Blockchain Summit?


Il Malta AI & BC Summit è stata un’esperienza importantissima che mi ha permesso , per la prima volta nella mia vita, di partecipare ad un evento di portata internazionale nel quale ho potuto toccare con mano come la BC rappresenti realmente il futuro per il business (ma anche per altri ambiti) e come le relazioni e le collaborazioni di valore possano nascere dalla semplice curiosità e dalla voglia di mettersi in gioco. Il summit si è svolto in due giorni intensi. Da un lato ho partecipato a conferenze e workshop su Artificial Intelligence e Blockchain e dall’altro ho assistito AIO Blockchain nello Startup Village, dove tante piccole startup presentavano i loro progetti basati su BC.


Quali sono i progetti e le idee più interessati che hai trovato?


Molte idee innovative hanno come base la Blockchain. Probabilmente le più interessanti che ho visto si trovavano nello Startup Village. Robot che fungono da strumento educativo per i bambini con disturbo dello spettro autistico, strumenti di certificazione della provenienza e della composizione delle pietre preziose, modulistica non modificabile ex post (che annulla il rischio di manomissione e modifica non autorizzata dei documenti), smart t-shirt con sensori di monitoraggio dei dati e delle condizioni fisiche dei soggetti sono solo alcune delle grandi idee che ho visto al Malta AI & BC Summit.


Parla della tua esperienza con AIO Blockchain


La mia esperienza con AIO Blockchain è recentissima ma ho subito notato le grandi potenzialità del network. Correlare significa stabilire un rapporto tra due o più entità, AIO Blockchain fa questo. Mettere in correlazione aziende, startup, professionisti, studenti e investitori con un denominatore comune, la BC. Ognuno di questi soggetti ha esigenze diverse, ma insieme sono in grado di raggiungere obiettivi win-win.


AIO Blockchain, vincitore del Bando Think Big promosso da Fondazione Cariparma e Lude,

è il Network No Profit che unisce professionisti, startup e aziende nel settore Blockchain


Scopri di più su AIO Blockchain


Website: www.aioblockchain.net

Linkedin: AIO Blockchain

Telegram Channel: Aio Blockchain

Instagram: AIO Blockchain




27 visualizzazioni

LINK

IN TOUCH

  • Bianco LinkedIn Icon
  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco YouTube Icona
  • Bianco Instagram Icona
Icon-Telegram.png

© 2019 by AIO Blockchain. Proudly created with by SKETCHENCY