Tokenizzazione e nuovi modelli di business



Immagina una compagnia di taxi basata sul web, in cui i conducenti sono i comproprietari, una società che distribuisce automaticamente i suoi profitti crescenti ai suoi conducenti.

Oppure immagina una piattaforma di consegna a domicilio che paghi i suoi corrieri con salari più alti man mano che diventa più popolare.


Sfortunatamente, le forze trainanti dietro la crescente economia delle aziende come Uber, fanno esattamente il contrario: La crescita dell'economia di questi settori è una grande preoccupazione per i Governi e i politici di tutto il mondo.


L'innovazione tecnologica è una parte cruciale di ogni economia moderna, ma le aziende che hanno creato questa economia mettono a repentaglio costantemente i diritti dei loro lavoratori e utenti.

Gli esempi sono numerosi: i conducenti Uber devono lavorare 60 ore alla settimana per guadagnare il salario minimo, le startup talvolta non contribuiscono alla pensione. L'elenco continua.


Le cooperative digitali basate su blockchain ​​possono aiutare i Governi a creare un'economia di inclusione riscrivendo il contratto sociale del XXI secolo.

Gli approcci normativi tradizionali per le aziende vecchio stile non funzionano con le piattaforme digitali senza confini. Come fare?

Innanzitutto creare un quadro normativo che consideri delle alternative praticabili: le cooperative digitali. Le cooperative sono solitamente associate all'agricoltura o alle banche, ma le piattaforme digitali dell'economia di Internet, come i social network, consegne a domicilio, affitti per le vacanze e piattaforme di taxi, sono in realtà l'incarnazione del lavoro cooperativo. Gli sforzi cooperativi dei collaboratori e dei clienti di queste piattaforme creano il vero valore.


La tecnologia che consentirebbe la creazione di cooperative digitali è la blockchain. Bitcoin (BTC), la valuta digitale, è diventata l'esempio più importante della tecnologia blockchain. Ma ci sono molti altri usi per questo. La parola chiave è tokenizzazione.


Facciamo l'esempio di Uber. Questa piattaforma web ha creato punti d'appoggio in molti paesi sovvenzionando inizialmente le corse in taxi. Queste corse economiche creano domanda da parte dei passeggeri, il che porta all'adesione di conducenti. Più aumenta il numero di piloti che si unisce, più la concorrenza aumenta. Uber può quindi costringere i suoi conducenti ad accettare meno retribuzioni e aumentare i suoi margini. I beneficiari di questa corsa verso il basso sono gli investitori e gli azionisti di Uber.


Se Uber, o una società simile, fosse una cooperativa digitale tokenizzata, la dinamica cambierebbe radicalmente. I conducenti di questa piattaforma di taxi cooperativa sarebbero pagati nella propria valuta, che sarebbe facilmente scambiata per dollari o euro. Verrebbe creato un numero totale limitato di questi token, il cui valore aumenterà con l'aumentare della popolarità del servizio. Ciò attirerebbe più driver, il che porterebbe a un numero maggiore di clienti ed un ulteriore aumento della domanda e del valore per i token.


Questo modello di cooperativa digitale ha molti vantaggi anche per altri settori dell'economia digitale. Pensa a un social network, come Facebook, che potrebbe pagare i suoi utenti per la vendita dei loro dati agli inserzionisti, o remunerare i propri utenti ogni volta che vedono un annuncio come fa il browser Brave.


Le cooperative digitali, attraverso i token aiuterebbero le persone a collaborare perché tutti i soggetti coinvolti ne trarrebbero beneficio. Raggruppare le risorse, condividere le attrezzature o nuovi tipi di regimi pensionistici e assicurativi. Tutte le transazioni saranno effettuate in una blockchain e, pertanto, possono essere verificate.


I regolatori sono stati diffidenti nei confronti tanto di bitcoin, quanto delle tecnologie ad esso connesse. Questo modus operandi ha rallentato l'innovazione di nuovi modelli di business basati su i token.


Le cooperative digitali con token offrono inoltre agli investitori la possibilità di supportare le startup con capitale in cambio di un determinato numero di token creati. In questo modo entreranno a far parte dell'economia inclusiva.



Content: Marco Laurenti

AIO Blockchain, vincitore del Bando Think Big promosso da Fondazione Cariparma e Lude, è il Network No Profit che unisce professionisti, startup e aziende nel settore Blockchain

Scopri di più su AIO Blockchain :

Website: www.aioblockchain.net Linkedin: AIO Blockchain Telegram Channel: Aio Blockchain Instagram: AIO Blockchain

0 visualizzazioni

LINK

IN TOUCH

  • Bianco LinkedIn Icon
  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco YouTube Icona
  • Bianco Instagram Icona
Icon-Telegram.png

© 2019 by AIO Blockchain. Proudly created with by SKETCHENCY