Libra: l’abbandono di PayPal e le questioni regolamentari aperte




Libra, la criptovaluta figlia di Mark Zuckerberg, sistema di pagamento digitale basato su blockchain e potenzialmente infrastruttura finanziaria più grande del mondo (2.4 miliardi di utenti stimati), è costretta a fare i conti con il primo duro colpo, probabile esito di un’accoglienza tutt’altro che entusiasta dei regolatori statunitensi ed europei: l’abbandono del progetto da parte di PayPal, ex partner tra i più influenti e innovativi nell’industria dei pagamenti.


PayPal era fin da subito uno dei 28 “Founding Members” della Libra Association, entità di gestione del progetto il cui compito è quello di raccordare le operazioni dei membri, ognuno di essi finanziatore e partner tecnico, onerato rispettivamente di versare 10$ mln e servire da nodo della rete Libra con funzione di validazione e garanzia delle transazioni.

All’abbandono del progetto da parte di PayPal è seguita la giustificazione che specifica le attuali necessità dell’azienda di “concentrarsi sull’avanzamento della nostra attuale missione e priorità aziendali mentre ci sforziamo di democratizzare l’accesso ai servizi finanziari per le popolazioni sottoservite”. Con questa dichiarazione si intuisce che l’ex partner, pur abbandonando la Libra Association, continui a condividere la complessiva filosofia del progetto, senza escludere dunque un possibile ritorno in futuro, magari successivo al lancio della piattaforma (previsto per luglio 2020, o al più tardi quando saranno soddisfatti gli stringenti standard regolatori imposti dai policymakers).


L’obbiettivo della Libra Association è di ottenere dalla FINMA (Swiss Financial Market Supervisory Authority) la concessione della licenza di “sistema di pagamento regolamentato”. Funzionale allo scopo è la volontà dell’organizzazione di attuare un dialogo costruttivo con gli enti regolatori finalizzato all’individuazione di una struttura normativa che sia quanto mai stringente e satisfattiva, se pur non in contrasto con l’innovazione finanziaria consentita dalla tecnologia.


Le perplessità dei regolatori restano numerose e per lo più ancora insolute. La Commissione Finanziaria del Congresso degli Stati Uniti ha inoltrato una richiesta di audizione allo stesso Mark Zuckerberg, preoccupata per le potenzialità di Libra di competere con la sovranità delle banche centrali nella determinazione della politica monetaria. Il pericolo, evidenziato anche da autorità del G7, è determinato dalla possibilità che una volta raggiunta piena operatività della criptovaluta venga alterato l’equilibrio nella composizione del paniere di asset che sottostanno all’emissione dei token Libra, essendo questo composto da titoli di stato e valute di banche centrali. Ulteriori punti critici vengono messi in luce dalle istituzioni europee che chiedono chiarezza circa le modalità con cui verranno gestiti i dati economici e fiscali degli utenti, oltre all’adozione di misure di sicurezza per scongiurare i rischi di riciclaggio e finanziamento al terrorismo.


L’attuale situazione di incertezza normativa non ha certo giovato alle sorti di Libra. Tuttavia, la tecnologia blockchain e le sue applicazioni sono da tempo oggetto di studio da parte dei policymakers e i risultati potrebbero giungere già nei prossimi anni: Valdis Dombrovskis, Commissario europeo per la stabilità finanziaria, ha chiarito l’intenzione delle istituzioni europee, in collaborazione con gli stati membri, di attuare un’attività normativa comune e armonizzata per l’intero settore delle criptovalute, realizzando le condizioni di stabilità normativa che potrebbero permettere a Libra e progetti analoghi di svilupparsi.


Authors:


Fabio Coppola

Linkedin: https://www.linkedin.com/in/fabio-coppola-366909145


Alecos Colombo

Linkedin: https://www.linkedin.com/in/alecoscolombo



AIO Blockchain, vincitore del Bando Think Big promosso da Fondazione Cariparma e Lude,

è il Network No Profit che unisce professionisti, startup e aziende nel settore Blockchain


Scopri di più su AIO Blockchain


Website: www.aioblockchain.net


Linkedin: AIO Blockchain


Telegram Channel: Aio Blockchain


Instagram: AIO Blockchain


0 visualizzazioni

LINK

IN TOUCH

  • Bianco LinkedIn Icon
  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco YouTube Icona
  • Bianco Instagram Icona
Icon-Telegram.png

© 2019 by AIO Blockchain. Proudly created with by SKETCHENCY